venerdì 30 marzo 2012

- S-oggetti smarriti...


Ho trovato questa bellissima storia in rete.
Prendetevi qualche istante per leggerla tutta, ne vale davvero la pena!




Un uomo era seduto in una stazione della metropolitana di Washington DC e iniziò a suonare il violino, era un freddo mattino di gennaio. Suonò sei pezzi di Bach per circa 45 minuti. Durante questo lasso di tempo, poiché era l'ora di punta, è stato calcolato che 1.100 persone sarebbero passate per la stazione, la maggior parte di loro con l'intento di andare a lavorare. Passarono tre minuti e un uomo di mezza età, notò che c'era un musicista che suonava. Rallentò il passo, si fermò per alcuni secondi, e poi si affrettò per riprendere il tempo perso. Un minuto dopo il violinista ricevette il primo dollaro di mancia: una donna lanciò il denaro nella cassettina e, senza neanche fermarsi, continuò a camminare.
Pochi minuti dopo qualcuno si appoggiò al muro per ascoltarlo, ma poi guardò l'orologio e ricominciò a camminare. Chiaramente era in ritardo per il lavoro. Quello che prestò maggior attenzione fu un bambino di 3 anni. Sua madre lo invitava a sbrigarsi, ma il ragazzino si fermò a guardare il violinista. Infine la madre lo trascinò via ma il bambino continuò a camminare girando la testa tutto il tempo. Questo comportamento fu ripetuto da diversi altri bambini. Tutti i genitori, senza eccezione, li forzarono a muoversi. Nei 45 minuti che il musicista suonò, solo 6 persone si fermarono e rimasero un po '. Circa 20 gli diedero dei soldi, ma continuarono a camminare normalmente. Raccolse 32 dollari. Quando finì di suonare e tornò il silenzio, nessuno se ne accorse. Nessuno applaudì, né ci fu alcun riconoscimento.
Nessuno lo sapeva ma il violinista era Joshua Bell, uno dei musicisti più talentuosi del mondo. Aveva appena eseguito uno dei pezzi più complessi mai scritti, su un violino del valore di 3.5 milioni di dollari. Due giorni prima che suonasse nella metro, Joshua Bell fece il tutto esaurito al teatro di Boston, dove i posti in media costavano 100 dollari.
Questa è una storia vera. Joshua Bell era in incognito nella stazione della metro, il tutto organizzato dal quotidiano Washington Post come parte di un esperimento sociale sulla percezione, il gusto e le priorità delle persone. La prova era se in un ambiente comune ad un'ora inappropriata: percepiamo la bellezza? Ci fermiamo ad apprezzarla? Riconosciamo il talento in un contesto inaspettato?
Una delle possibili conclusioni di questa esperienza potrebbe essere:
Se non abbiamo un momento per fermarci ed ascoltare uno dei migliori musicisti al mondo suonare la miglior musica mai scritta,
quante altre cose ci stiamo perdendo ?






Buon fine settimana...



Joshua Bell Plays Nocturne in C Sharp Minor




24 commenti:

  1. In quella stazione del metrò Joshua Bell suonò la famosa Ciaccona di Bach. A tal proposito invito la Gabbianella a postarla suonata da Viktoria Mullova (reperibile su You Tube)
    Se di là fossi passato io, mi sarei fermato ad ascoltare tanta musica, apprezzandone la bellezza e il talento del musicista.
    Un esperimento simile è stato fatto anni fa a Milano in alcune stazioni del metrò. Ci andai incuriosito e devo dire che quei ragazzi che sentivo suonare erano molti bravi. Suonavano tra l'indifferenza della gente.
    In Italia è la cultura musicale che manca, aggiunta alla cultura in generale.
    Ad Majora!
    RobRoy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. So quanto tu sia appassionato di musica classica e sicuramente non ti sarebbe passato innoservato questo violinista! In Italia manca un po' di tutto, però non lamentiamoci sempre dai ;))
      un sorriso, a presto...

      Elimina
  2. Eccolo il video di Joshua che suona nel metrò, proprio la ciaccona di Bach.
    Beh, però qualche anima pia si ferma ad ascoltare e un ragazza gli rivolge la parola
    al termine del brano.
    RobRoy

    http://www.youtube.com/watch?v=RPAs08Z7D8A

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie RobRoy, andrò ad ascoltare la versione di Viktoria Mullova...ari-ciao ;P

      Elimina
  3. ciaoo e ripasso a leggere, visto che non sono riuscita a postare oggi per 3 volte.
    Buona domenica delle Palme.
    ciaoo Magda

    RispondiElimina
  4. mi ricordo di averla sentita questa storia.
    ciò dimostra che la gente dalla fretta non ascolta più ...non è una bella cosa, si perdono tanti momenti belli.

    adesso funziona...riprovo anche con questo commento ;.))
    riciaooo!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Magda, non capisco perchè ci siano momenti in cui non si riesce a commentare...chissà da cosa dipende...mah!
      Buona domenica delle Palme anche a te... :))

      Elimina
  5. Non si sa più riconoscere qualcosa di bello a meno che non ce lo dica qualcuno, o la TV. In Italia poi...musicalmente parlando siamo veramente rintontiti da quei progammi che sfornano "talenti" ma che in realtà servono solo a loro..

    Io mi sono affezionato ad un suonatore di strada, Rashid, un afroamericano che non sarà un virtuoso della chitarra, ma almeno suona e canta musica vera, con passione. Ogni volta che si mette in piazza cordusio attira moltissima gente e io mi gioco sempre tutta la mia pausa pranzo per ascoltarlo, ritornando poi in ufficio sazio e contento.

    Mr Joe

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ola mr.Joe, chi ha orecchio per intendere intende tranquillo e tu ce l'hai...anche a me capitò una vigilia di Natale di sentire un chitarrista in c.so V. Emanuele, ne rimasi completamente conquistata e anche a distanza di anni lo ricordo...certo era anche biondo, capelli lunghi e occhi azzurri, ma la sua musica era proprio eccellente...

      non mi è mai capitato di sentire il suonatore che dici, eppure ci passo ogni tanto in via Dante-cordusio...farò più attenzione!

      Grazie del passaggio, un sorriso, a presto...;))

      Elimina
  6. La leggero' Gabby..ora è solo una prova per vedere se commento!!
    Il sabato è un casino sempre di corsa!! ciaooooooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie nannarè, spero non ci siano spesso questa impossibilità di commentare...uffa!
      Buona domenica...ciaooooooooo e grazie!

      Elimina
  7. L'avevo già sentita, ma l'ho riletta con piacere!
    Buon w.e.,
    Cinzia

    RispondiElimina
  8. Ciao, ti invito al mio giveaway potresti vincere i prodotti di ITALMAMI, che offre ben 3 premi a scelta al fortunato vincitore, scade il 12/04/2012
    http://lacreativitadianna.blogspot.it/2012/03/6-giveaway-vinci-i-prodotti-di-italmami.html
    Ti aspettiamo Ciao e a presto^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chissà perchè alcuni scambiano i blog per poter commercializzare i propri prodotti. Detesto queste persone opportuniste.
      RobRoy

      Elimina
    2. Passerò a curiosare, grazie del passaggio!

      Elimina
  9. Se ti capiterà di passare durante la settimana in via dante scrivimi così prendiamo un caffè visto che lavoro li...
    Ah aggiungo che l'ho anche comprato il cd di questo Rashid che suona in piazza..

    Mr.Joe

    RispondiElimina
    Risposte
    1. contaci mr.Joe, tra qualche settimana sarò più "libera"...per fortuna ;PP tu sai il perchè...non tutti i mali vengono per nuocere ahahaha
      a presto...

      Elimina
  10. vero...spesso la gioia, la serenità, la bellezza ci passano accanto e noi siamo troppo presi da noi stessi e dai nostri sentimenti, problemi, paure per accorgercene...solo chi ha il cuore libero da pregiudizi e paure può sentire bene il dono dell'amore...
    Serena domenica delle Palme...

    clicca qui

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Lella, come darti torto, viviamo una vita piena di tutto vuota di consapevolezza che le cose belle sfuggono...grazie per la bella immagine! un sorriso...

      Elimina
  11. Ci perdiam troppe cose in questa maledetta frenetica città!!
    Son d'accordo con Mr. J..in centro e cordusio si incontrano ragazzi fantastici che sanno dare un tocco di passione e magia nella strada qualunque di gente qualunque a un'ora qualunque!

    Bisognerebbe avere il "coraggio" di fermarsi, ogni tanto..

    ..gabby, sbaglio o qui i commenti si moltiplicano!?!? hihihih..donna di poca fede! ;)

    un baciotto di strada
    Piccirì

    RispondiElimina
  12. Cara piccirì, siete voi che dovete mettere attenzione e "fermarvi" ad apprezzare le piccole cose...fatelo, il tempo passa in fretta!
    i commenti? già...chissà...

    bacino e grazie!

    RispondiElimina
  13. Si riuscita a fermarmi e farmi riflettere con questa storia.
    Aspetto la prossima
    Maddalena

    RispondiElimina

Grazie per la visita, a presto...