martedì 23 dicembre 2014

- Buon Natale...


....mi rialzerai se non avrò più forze
mi rialzerai, con Te ce la farò!






Buon Natale a chi passa di qui, a chi legge e poi va, agli amici, a quelli che ci sono e a quelli che c'erano...


Serenità a piene mani a tutti!


giovedì 18 settembre 2014

- Dedicato a Alessandra e Pietro...

Vi sia finalmente lieve la terra !
 
 
 
 Lettera d’addio – Gabriel Garcìa Marquez

Se Dio, per un istante, dimenticasse che sono un pupazzetto di stoffa e mi donasse un pezzo di vita, probabilmente non direi tutto quello che penso, ma in fin dei conti, penserei tutto quello che dico.
Darei valore alle cose non per quanto valgono, ma per quello che esprimono .
Dormirei poco, sognerei di più, capendo che per ogni minuto in cui chiudiamo gli occhi perdiamo sessanta secondi di luce.
Andrei quando gli altri si fermano, mi risveglierei quando gli altri si coricano.
Ascolterei quando gli altri parlano e… come saprei godermi un buon gelato al cioccolato!
 

venerdì 12 settembre 2014

- Mi contraddico?

 Ebbene sì. Mi contraddico. Sono vasto, contengo moltitudini. WW




 
Certo che questo post va a cozzare in tutto e per tutto con quello scritto sotto, ma tant'è...

Ho appena finito di leggere un libro che parla anche (ma non solo) di libri...racconta quanto sia bello lavorare in una libreria (in questo caso di libri usati) ed essere circondati da pile di libri bellissimi e di valore.

Le librerie, sono un posto magico, ci puoi passare delle ore e, a volte, ne compreresti almeno tre.

Devo dire che è già il quarto libro che leggo dove si racconta la bellezza dei libri e del loro valore non solo letterario.Mentre li leggevo tenevo in mano l'eBook..Che contraddizione...


Libri consigliati per chi ama il genere...libri sui libri...



 
"Cerco nei libri la lettera, anche solo la frase che è stata scritta per me e che perciò sottolineo, ricopio, estraggo e porto via. Non mi basta che il libro sia avvincente, celebrato, né che sia un classico: se non sono anch’io un pezzo dell’idiota di Dostoevskij, la mia lettura è vana. Perché il libro, anche il sacro, appartiene a chi lo legge e non per il diritto ottenuto con l’acquisto. Perché ogni lettore pretende che in un rotolo di libro ci sia qualcosa scritto su di lui".
Erri De Luca


 
 
 

giovedì 4 settembre 2014

- L’armonia nascosta vale più di quella che appare. -Eraclito-

 
Ebbene sì, nonostante i miei tentennamenti, nonostante avessi un rifiuto davvero convinto, nonostante il mio -MAI- categorico, devo dire che, dopo averlo lasciato sul tavolino a guardarmi insistentemente per un bel po', ho deciso di provarlo, non fosse anche perché il Baffo lo usava già da un pezzo e me lo ha regalato con tanto entusiasmo.
Sto parlando dell' eBook.

Devo dire che ovviamente non è la stessa cosa, ci sono tante e tante cose che si perdono ma, dopo averlo provato, devo dire che ci si abitua ed è comodissimo. Hai tutto lì, puoi evidenziare le frasi più belle, trovarle velocemente, usare un segnalibro e poi ritornare dove l'hai lasciato...insomma ci sono infinite cose che può offrirti!


Quindi mai dire mai, non ci sarà la bellezza di girare in libreria alla ricerca di qualcosa che ti venga incontro ( anche se nessuno impedisce di farlo lo stesso e avere l'uno e l'altro) non ci sarà la bellezza delle pagine da girare, il tocco della carta e il suo odore, ma come si è solito dire...un bel libro non si giudica dalla copertina.

PS. Per quanto mi riguarda, ora leggo molto più di prima...




giovedì 28 agosto 2014

- Ricetta del giorno...


Brasato con polenta...
 
a parte gli scherzi, dato che mi invitano a riprendere in mano il mio povero blog, potrei parlare (ma non lo farò) del tempo che invoglia davvero, almmeno qui al nord, alle caldarroste e a piatti caldi e autunnali.

E' passato un mese dal mio ultimo post e di cose ne sono successe parecchie, alcune piacevoli altre molto meno, ma questa si chiama vita....e non penso importi a nessuno.

Si ricomincia e come già ho letto ingiroingiro, anche per me l'anno inizia a settembre che è il mese in cui mi sono sposata (ahhhhhh sono 35), il mese nel quale ci sono diverse novità un po' per tutti, l'inizio dell'anno scolastico che profuma di matite colorate e libri nuovi. L'estate è finita - è mai incominciata? - le vacanze pure e ora riprendiamo in mano le nostre giornate sempre più corte, le nostre abitudini ma sopratutto le nostre "sfere cubiche" perchè ne avremo davvero bisogno e... per ora è tutto qui...

Bentornati....

Non sono coloro che sanno parlare meglio che hanno le migliori cose da dire...(Proverbio cinese)





venerdì 25 luglio 2014

mercoledì 9 luglio 2014

- " Non esiste il caso nè la coincidenza...

Noi camminiamo ogni giorno verso luoghi e persone che ci aspettano da sempre.” 
— Giuditta Dembech




...e comunque capita proprio così, dicono che siano i libri a sceglierci, io penso che invece ci vengano incontro, che poi è la stessa cosa.

Capita che qualcuno ti chieda un consiglio, meglio ancora un'idea. Sembra facile, ma io in questo periodo sono come una sdraio chiusa sotto l'ombrellone, apatica un po'..."chissenefrega" sì, questa è la parola giusta. 

Ma ecco che davanti ad una richiesta buttata lì così, di un consiglio, di un'idea, io non sappia resistere e senza pensarci apro uno dei cassetti della mente e, di idee, ne escono almeno 3...ma non basta... perchè le idee siano valide, approfondisco, mi applico a questo "frullatore" pieno di ogni curiosità e spiegazioni e...ecco che mi capita di leggere il titolo di un libro, un po' melenso, un po' banale come titolo, un po' alla "Liala" con tutto il rispetto s'intende. 


Ma... il prologo è interessante, meno la copertina, ma si sa, non si giudica un libro dalla copertina, e, man mano che leggo...è mio....oh sì, è mio, parla di profumi di antichi palazzi della vecchia Firenze... alambicchi, essenze, spezie...vecchie credenze che contengono  ricordi e antichi misteri, storie d'amore dolorose ma piene di speranze, passioni assopite, storie d'amicizia...e poi c'è Parigi, una Parigi che non ho visto forse perchè l'ho guardata con occhi distratti, e ancora prati in fiore, campi di lavanda e rose, rose di ogni tipo, e poi c'è anche lui, inaspettatamente appare in sottofondo anche Ludovico Einaudi con le sue "Nuvole Bianche" che ascolto spesso...un libro che non ho letto, ma annusato, toccato, sentito, gustato...ebbene sì, questo libro mi ha divorata. Bello...bello davvero, almeno per me... 




...a presto!

venerdì 20 giugno 2014

Reblog...

C’E’ PROFUMO DI MONDIALE! 
MA CHE FRAGRANZE SONO NOSTRI AZZURRI?!

 

Ormai non si parla altro che della coppa del Mondo, delle prossime partite dell’Italia e delle tattiche previste dal “nostro” mister Prandelli.
I commenti calcistici li lasciamo ai maschietti che ci circondano e, captando frasi e acquisendo tecnicismi, ci improvvisiamo allenatrici di fragranze e giochiamo con gli azzurri! E allora come si fa a non parlare del trittico delle meraviglie Buffon – Pirlo – Balotelli?!
buffon51Naso sull’attenti, occhi bene aperti (e non è difficile davanti a cotanta bellezza) e..profumiamoli tutti!
GIGI BUFFON – stoico, determinato e rassicurante
buffon51Colonna portante della Nazionale italiana, il buon Gigi ultimamente ha fatto parlare più per questioni di gossip che per le sue gesta (anche perché non ha ancora giocato a causa di un infortunio). Per lui l’imperativo è “non mollare mai” e dimostrare sempre di essere un grandissimo portiere, se non il migliore al mondo (sarà che chi mi ha dato questa definizione è uno Juventino, ma ci crediamo).
Lo immaginiamo come una fragranza al Sandalo e Bergamotto, intenso e leggermente speziato, un profumo caldo e avvolgente in grado di infondere sicurezza e determinazione. Gigi è il punto di riferimento della sua squadra, ma quel che ci conquista di lui è il suo sguardo rasserenante e la sua fisicità imponente.
Un portiere tutto d’un pezzo che non ama i calci di rigore, ma quanto a colpi di testa fuori dal campo è sicuramente un campione..
ANDREA PIRLO – campione gelido dal cuore caldo
Andrea_Pirlo_BGR-ITA_2012Per alcune donne è estremamente sexy, altre lo considerano una sorta di manichino mono-espressione, sicuramente non si può ascoltare una sua intervista per più di 30 secondi senza rischiare il “latte alle ginocchia”. Per chi, come noi, non è un’esperta del pallone, avrà però sicuramente sentito parlare delle sue mitiche “maledette”, punizioni perfette e assolutamente imprevedibili che spiazzano inevitabilmente anche il più bravo dei portieri (un po’ come il buon vecchio lancio della ciabatta della mamma).
Ma dietro quella facciata da addormentato cronico si nasconde, dicono, il più adorabile e giocherellone degli uomini..stentiamo a crederlo ma, se così fosse, non possiamo che associarlo ad una fragranza al cardamomo e zenzero, frizzante e stuzzicante, celata da un velo caldo e misterioso diPatchouly.
Vedremmo anche del solare e sereno Gelsomino, se solo sorridesse almeno una volta..
MARIO BALOTELLI – folle e imprevedibile
7463002092_4d67f49f94_zUn fuoriclasse nato col pallone ai piedi, con una innata tendenza a vincere e a dar spettacolo. Dal punto di vista femminile, conosciamo Mario per le sue prodezze sentimentali e follie amorose che negli ultimi anni hanno oscurato, forse per fortuna, la sua irriverenza e testardaggine in campo.
Lo ricordiamo con piacere mentre esulta al gol inferto a chissacchi agli ultimi Europei..ricordate l’azione? Nemmeno noi. Infatti ricordiamo l’episodio per l’originalità e maestosità del gesto e per l’esaltazione più spiccata del marmo che ha al posto degli addominali.
Che piaccia o meno, Balotelli non può che essere una spremuta di agrumi, fragranza fresca ed energizzante con note pungenti di lime e neroli: ti colpiscono, ti intrigano e rimangono impresse nella memoria!
Ora però, facce un gol Mario!


(Brava Piccirì alias fra_paky)

lunedì 9 giugno 2014

- Io amo le case....

Ed ecco che il blog rimane solo, abbandonato e stanco...capita.
Mettici un minor entusiasmo, mettici che a volte neanche le nuvole hanno più idee, mettici che sei impegnata a fare questo e quello e quell'altro e... tack,  quello che viene abbandonato per strada è il blog, amico di tanti pomeriggi...è già capitato nel corso degli anni, ricordo che "Capricciosa" privatamente mi incitava  a riprendere questo appuntamento, ora Lei non c'è più e il blog viene letto da altri Nick ...mi fa piacere, quindi eccomi, a gentile richiesta...



“Mi rimangono le case in cui sono stato felice, dove ho assistito alla bellezza, alla bontà, dove ho vissuto pienamente. Guardo la fisionomia delle abitazioni come se fossero volti, torno a esse con l’immaginazione, salgo scale, apro porte e contemplo quadri. Non so se gli uomini siano troppo ingrati con le case, o se la mia gratitudine nei loro confronti sia una forma di nevrosi. Il fatto è che amo i luoghi dove ho incontrato un minuto di pace, non li dimentico mai, li porto con me e conosco la loro essenza intima, il mistero ansioso di rivelarsi che abita in ogni parete. Sono certo che le case cerchino di parlare, di farsi amare, e a volte mi spiego i fantasmi: come non ritornare dalla morte, a visitare le case amate? Io sarò un fantasma infaticabile.” 

— Julio Cortazar

giovedì 8 maggio 2014

- Sup- post...



Ci vorrebbe un post leggero, simpatico da scrivere e piacevole da leggere, ma come si fa?

Si dice sempre che siamo arrivati alla frutta, ma qui oltre che al caffè, amaro e ruttino, è ora di vomitare.

Genny a Carogna decide se la partita s'ha da fare o no, meglio: "occhei vabbuò giucamm, ma statev accuortt" il tutto davanti ad uno Stato assente e...bla bla bla........bla!

La mamma del moribondo in ospedale, ospite in un salotto in diretta TV  inforca gli occhiali per leggere e  ringraziare... chi? A San Gennaro? A Maronna? I medici del Gemelli di Roma che hanno salvato più volte il figlio? Ma va...ringrazia E D O A R D O   B E N N A T O  e tutti i tifosi napoletani*....ma CHI siamo, cosa siamo?
*per carità, sicuramente ha i suoi motivi ma...

NEWS: il tifoso partenopeo ha avuto leggeri segnali di ripresa e, ieri con un cenno della testa ha detto che vorrebbe incontrare...(thadan, tenetevi forti) AMM A R A D O N A...a questo punto speriamo che quest'ultimo "facc o miraclo"...robe da matti.  A noi Signore invece, facci nà Grazia, liberaci da questi imbecilli! 

PUBBLICITA'

Vogliamo parlare delle donne che vengono impalate o semi-crocifisse dopo essere state sodomizzate? Meglio di no...è troppo cruda per quest'ora!

Vogliamo parlare del nuovo sport nazionale che, se non fosse per la drammaticità e la crudezza dei fatti ci sarebbe da sorridere? Eccoci serviti, nuovo sport nazionale: prendere a martellate le mogli o le compagne fino ad ucciderle anzichè separarsi... fa risparmiare gli alimenti, o le spese degli avvocati, carte da bollo varie ed eventuali...basta poco che ce vò? Tanto, come si è visto, non è mai riconosciuta la premeditazione, spesso c'è una temporanea infermità mentale, attenuanti generiche, rito abbreviato, ricchi premi e cotillons...

Mi sfugge un particolare però: ma chi tiene il martello sul comodino? o sopra il tavolino del salotto dove offriamo il caffè agli ospiti? o in cucina dentro il portafrutta? o in corridoio vicino al portaombrelli ?  La gente è bizzarra e fantasiosa però....ehhh gli italiani hanno l'arte e fantasia da vendere...che paese ricco.

Ma si sa, si respira aria inquinata e ogni tanto a qualcuno "va giù la catena" ... - OK ma i giudici che persone sono? - Che domanda...hanno tanto lavoro, non devono farsi coinvolgere emotivamente, questi fatti sono per loro la solita routine e poi diciamocelo...magari s'è fatta nà certa e....

Finiamola qui altrimenti mi vien da scendere in strada e fare come il protagonista del film 

"Un giorno di ordinaria follia"

PUBBLICITA'

Vi proponiamo oggi un rimedio naturale per i soliti problemi di digestione... Idraulico Liquido....

libera senza fatica!



Il paese delle favole.Nomadi 



martedì 29 aprile 2014

- Ro(ck)mantic@mente ......

Eccomi caro Blog-ghetto, ti sto un po' trascurando lo so, del resto, lo sai che sono un po' lunatica e incostante, mettici le festività, mettici che il meteo ha un effetto mutevole sul mio umore e quindi...eccoci comunque ancora qui, tu e io, a fare bella mostra della nostra paginetta, proprio quasi come un diario di bordo...

Nel frattempo...ecco un'altra piccola creazione per una ragazza che frequenta saltuariamente il Rock and Roll. Un "braccialetto" un po' rock un po' vintage, da indossare quando si vuol sentire "à la page" nel locale che la ospita, per qualche ora musicale in compagnia di pochi ma buoni!




Poi, siccome il mio lato romantico fa sempre capolino e, visto che avevo un conto in sospeso con l'angolino della mia cucina che non era propriamente come avrebbe dovuto essere (la vecchia toilette), ecco che un'idea prende forma e trasforma l'angolo in qualcosa di...... carino vero?









Che dire...a presto...magari con qualche altra creazione o qualche altro pensiero...

venerdì 11 aprile 2014

- Il nome che vorrei....

PANE.



Non c’è cibo più meraviglioso del pane. Il pane è semplice, addirittura timido: non salta mai agli occhi e tu finisci per darlo per scontato, per abituale. Come il dentifricio. Del pane esistono migliaia di varianti, tutte ugualmente straordinarie. Lo sottovaluti perchè non fa la stessa scena di una Sacher, per dire. O di un bignè. O di un dolce qualsiasi.

Però provate a pensare per un attimo alla sensazione di casa che si prova quando si entra in panetteria. E’ come un abbraccio, la panetteria. La pasticceria no. Si, forse ci sono più colori. Ma la senti che è asettica, fredda. I profumi sono stucchevoli, annoiano. La pasticceria non ti  considera, è snob: la guardi, compri, ma lo sai che non ha il cuore caldo. Mica ti abbraccia la pasticceria. E infatti i dolci li prendi per regalarli, il più delle volte. 

Il pane è per te.

E poi diciamocelo: la Sacher al terzo morso ti ha rotto i maroni. Oltretutto la devi saper abbinare. Non puoi bere il vino sbagliato con la sacher. In effetti, nemmeno dovresti bere vino, se non al limite un passito. Ma nemmeno tutti. Meglio un rum. Che però non va bene con la marmellata. 

Il pane sta bene con tutto. Nessuno s’è mai posto il problema di abbinare il pane. Lui va con lo Chateau d’Yquem come con il Prosecco, con il passito come con il Barbaresco. Il pane non si dà arie, è di compagnia. Il pane è l’amico che puoi portare ad una cena tra amici alla buona, oppure ad una cena di gala. Sa stare con chiunque, il pane.

A me nella vita piacerebbe essere considerato Pane. 
(dal web steven)

Comunicare è condividere. E qualsiasi cosa condivisa raddoppia il piacere.
Italo Calvino


Zaz - Port Coton 



giovedì 3 aprile 2014

- Capricorno...mah...

  1. Capricorno

    Sul sito lifehacker.com puoi trovare una guida per trasformare la tua casa in un centro di comando da cui controllare il mondo. L’articolo offre consigli su come costruire un sistema di sorveglianza, crittare i file del computer, prepararsi a eventuali blackout ed emergenze meteorologiche. Fallo, Capricorno! Pesce d’aprile! Non è vero. Non hai nessun bisogno di una fortezza tecnologica. Ma faresti bene a trasformare la tua casa in un santuario ultraconfortevole e superstimolante, un luogo in cui sarai così forte, sicuro e intelligente da mantenere sempre il controllo totale su te stesso, e da non sentirti mai obbligato a soddisfare gli standard di successo di nessun altro.
Rob Brezsny


Caro Rob mi sa che stavolta gli astri li hai letti male, non ti offendere ma hai scritto un mucchio di caxxate. E' da ben 35 anni che ho fatto della mia casa un santuario ultraconfortevole e superstimolante, ho dedicato più tempo a lei che a me, e ti dirò...ora mi sono anche un po' rotta...

Ho studiato un po' di Il Feng-Shui (nella mia fase mistica orientaleggiante) tanto da non aver spigoli che respingono la positività quando si entra in casa mia anzi si respira subito tranquillità e calore ...quindi poche storie...

                     (tende fatte a mano da me medesima)

<<un luogo in cui sarai così forte, sicuro e intelligente da mantenere sempre il controllo totale su te stesso>>

Ora, non fo per dire, ma intelligente lo sono dalla nascita, in più, il mio Fratellone mi  ha lasciato in eredità il suo cervello prima di "andarsene", dato che lui diceva di averne due.  Ti assicuro che in casa mia è tutto sotto controllo, io anche, tant'è che, visto che ultimamente i figlioli e i loro morosi, si accomodano volentieri attorno al tavolo...allora la mia creatività e la mia anima meridionale si trasformano e...portano anche la schiscetta a casa dopo aver soggiornato sul divano con l'ammazzacaffè (ovviamente fatto da me) anche se al Baffo gli si chiudono gli occhi...più di così!

Alla prossima Rob, leggi meglio sti astri e  dammi notizie più entusiasmanti! 

MORENO - SEMPRE SARAI feat. Fiorella Mannoia






martedì 1 aprile 2014

- In ricordo di.......

Non sono amica di Tomaso, (clicca) ma posto volentieri questa foto presa dal blog di Coloratissimo!



...Grazie a Tomaso e Fulvio!


Eddie Vedder - Society - Into the Wild 



venerdì 28 marzo 2014

- Riprendendo il filo del discorso...


...ecco appunto...
Qualche idea per rinnovare un capo che non si mette più? La  figliola ha scartato qualcosa che considera demodé come un giubbetto "tipo" questo? ( non ho fotografato il prima e dopo)



...bene, perchè con un po' di fantasia e manualità non farlo diventare così?


...e ancora...questo che era nudo e crudo, ora è un po' più "aggressiv..."



...e sì, a volte sono proprio orgogliosa di me!

Prossimi progetti?
...questa...


...o questa...


...e...(??)


...ce la farò? vedremo...

Ci rivediamo alla prossima... "conquista"!

RAPALJE - Are Ye Sleeping Maggie 


venerdì 21 marzo 2014

BENVENUTA PRIMAVERA! (..MA NON AI MALANNI DI STAGIONE)...riblog...


Sarà che ci sono giornate in cui fa più freddo dentro casa/ufficio che fuori all’aperto.

Sarà che con i primi caldi e la vista del sole attiviamo in automatico la modalità “abbigliamento leggero e fresco”.

Sarà che siamo ormai stufe di imbottirci di maglioni, collant e stivali e che, con l’arrivo della primavera, arrivano inevitabilmente anche starnuti, dolori alle ossa e quella fastidiosa febbriciattola che ci obbliga a chiuderci in casa almeno un paio di giorni.

Partendo dal presupposto che i clienti, i figli, il marito/compagno, la suocera, l’amica in crisi amorosa e il capo “non dormono mai” (per Michael Douglas nel film “Wall Street” era il denaro, ma non entriamo nei dettagli), l’idea di rintanarsi in casa tutto il giorno al semi-buio e ciondolare in pigiama nella ricerca di qualcosa da fare, a volte è più stressante che una giornata piena di lavoro e impegni.

Per fortuna possiamo contare sulle profumazioni per ambienti che, pur non “facendo” da paracetamolo o aspirina, saranno comunque in grado di aiutarvi a vivere meglio le lunghe ore lobotomizzate davanti alla tv tra un fazzoletto e una tisana calda.



Il primo tra i migliori “tiramisù profumati” è il bergamotto che, grazie al suo aroma caldo e deciso, è in grado di riattivare la forza vitale dell’organismo allontanando stanchezza e il torpore da mente e corpo. E perché non unirlo anche ad una fresca fragranza di foglie di menta

Oltre a decongestionare le vie respiratorie, ridona carica e vitalità, tanto da spingerci addirittura a cucinare una “minestrina” o aprire le persiane! Ok, non è il massimo della prospettiva..infatti la chicca finale sta in qualche agrumata e sprizzante nota di pompelmo, utile per una spremuta “olfattiva” di energia.


I giorni in casa passeranno veloci, l’appartamento sembrerà, nonostante tutto, una rivitalizzante culla di profumi primaverili e voi sarete pronte per..tornare in trincea.

fra_paky per Millemozioni



mercoledì 19 marzo 2014

- C'è POST per me...

                      ...è appurato, sono un'idiota, generosa ma idiota!


"Il male è che la generosità può essere anche un buon affare"....per gli altri!

Ap_Post...

martedì 11 marzo 2014

- Educazione sentimentale...

...la chiamano così ora...io la chiamo Scuola!


Vieni; usciamo. 
Tempo è di rifiorire.
-Gabriele d’Annunzio-



C'è qualcosa di nuovo oggi nel sole, anzi d'antico:
io vivo altrove, e sento che sono intorno nate le viole...
- Giovanni Pascoli -


Per fare un prato occorrono un trifoglio ed un'ape, 
Un trifoglio ed un'ape
E il sogno.
Il sogno può bastare 
Se le api sono poche.
- Emily Dickinson -


Ed ecco sul tronco
si rompono le gemme:
un verde più nuovo dell'erba
che il cuore riposa:
il tronco pareva già morto,
piegato sul botro.

E tutto mi sa di miracolo;
e sono quell'acqua di nube
che oggi rispecchia nei fossi
più azzurro il suo pezzo di cielo,
quel verde che spacca la scorza
che pure stanotte non c'era.
- Salvatore Quasimodo -



La sensibilità non è donna, la sensibilità è umana. Quando la trovi in un uomo diventa poesia
- Alda Merini -



EUGENIO FINARDI - FAVOLA