venerdì 18 gennaio 2013

- Per gli inadeguati come me e, per gli osservatori dell’oltre...




Una ci prova anche ad andare incontro alla cultura, specie a quella dei nostri tempi, ma proprio non ce la faccio a capire l'arte del ventunesimo secolo e... mi dispiace perchè capisco che è un mio limite, non fosse altro che per il grande seguito che ha...
Capita, in mancaza di trasmissioni interessanti in TV, di soffermarmi sul nuovo canale "Arte" di Sky. Bel canale, niente da dire, parla di tutto, servizi interessanti, mostre di autori eccelsi, (stupenda quella sugli impressionisti) parla di archittettura, musica classica e non , trasmette opere liriche, servizi fotografici, la vita delle icone del cinema, insomma uno dei canali più utili e interessanti che che la tv ci possa offrire.

Ultimamente mi sono imbattuta in una rappresentazione di arte moderna. Tutto inizia con una normalissima asta, qualcuno del pubblico deve offrire 2 banconote agli artisti (su un palco), ovviamente a rialzo...quando l'offerta viene conclusa, i due artisti, lentamente, ingoiano queste due banconote (in questo caso una banconota da 500 euro e un'altra da 200). Dopo averle masticate e ingoiate, le stesse banconote saranno restituite al vincitore d'asta. Eh sì...ma come? Ovviamente dopo averle defecate, perchè è proprio lì l'opera d'arte, le "banconote" avranno oltretutto anche un valore aggiunto, proprio perchè hanno subito il passaggio attraverso il corpo dell'artista. L'arte sta nel fatto che le medesime non sono più le stesse, hanno subito un mutamento sia di colore che di disegno, quindi pittorico e anche chimico. (vedi filmato qui)


Opera di Cesare Pietroiusti

Altra performance che mi ha allibita, è stata quella della grande artista Marina Abramovic (?) che completamente nuda su un palcoscenico si è incisa, con una lametta, una stella a 5 punte sul ventre.
Questa è arte di altissimo livello a quanto pare,infatti ne è seguito un lunghissimo appaluso dal numeroso pubblico che era lì ad assistere a questa e ad altre "opere" dell'artista, che "crea" anche al MoMa di New York.  (vedi filmato qui, minuto 3.10, 5.7, 6.38)


Opera di Marina Abramovic


"Nella sua accezione odierna, l'arte è strettamente connessa alla capacità di trasmettere emozioni
, per cui le espressioni artistiche, pur puntando a trasmettere "messaggi", non costituiscono un vero e proprio linguaggio, in quanto non hanno un codice inequivocabile condiviso tra tutti i fruitori, ma al contrario vengono interpretate soggettivamente." (fonte Wikipedia)


...che tradotto in soldoni vuol dire che non capisco niente, che sono insensibile e che non vado "oltre",e quindi non ne capisco il messaggio profondo.

Meglio che continui a spolverare, spazzare, stirare ecc.. Chi lo sa, magari un giorno potrei essere considerata un'Artista, e che la mia, prima o poi, sia considerata ARTE!


Presence of God- Soulsavers & Dave Gahan




17 commenti:

  1. inadeguata...è proprio così che mi sento, mi sembra di essere fuori da tutto, di non capire fino in fondo il mondo là fuori...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...purtroppo a me succede sempre più spesso, è questo il guaio.
      un sorriso...

      Elimina
  2. ..che dire Gabby..mai mi troverai più d'accordo che in questo caso!!
    Abbiamo la fortuna di aver avuto in eredità Monet, Picasso, Leonardo, Michelangelo, Dalì..e potrei andare avanti per mille blog a scrivere nomi di geni che han creato l'arte in ogni sua forma ed espressione.

    Vedere i particolari della Cappella Sistina da i brividi..Amore e Psiche fa commuovere, l'arte (anche se così non si dovrebbe proprio definire) moderna (e post moderna), da il voltastomaco.

    Tu, io, noi che non la capiamo siamo normali, siamo persone che non riescono a sputare sulla storia dell'arte solo per capire soldi defecati o tagli nella tela, chi ne esalta il significato introspettivo e metafisico, scusa se lo scrivo, ma è solo un coglione.

    La TUA è arte Gabby, l'arte di sopportare e sorridere..ma quella, purtroppo, non ha prezzo!! :)

    un bacio pittoresco
    Jena (eh si, se il buongiorno si vede dal mattino..il vaff****** vien da sè!) ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...eh sì Piccirì abbiamo lo stesso concetto di "Arte", la vediamo come la più alta espressione di bellezza, ma a quanto pare, gli adetti ai lavori (critici) dicono che un'opera per essere considerata Arte, non deve per forza essere un espressione di belleza.
      Poi sento Lui che, come personaggio televisivo, potrà essere fastidioso, ma come critico e professore del bello, e mi incanta quando spiega l'Arte:

      http://www.youtube.com/watch?v=wFEZObHbCNE

      bacio sfumato a tinte pastello...

      Elimina
  3. Ecco sì,mi associo con te alle pulizie di casa e onestamente i cinquecento euro,visto che non vedo molti in banconota intera,preferirei averli integrati,magari incorniciati,come riserva di cassa ,)
    Un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...lascia stare guarda. Quest'opera "d'arte" dovrebbe essere fatta vedere in piazza ad un gruppo di persone disoccupate e vederne la reazione.
      Mi scuso con chi si non sente d'accordo, ma per me l'arte è altro...sono ignorante e ignoro...
      un bacione a te...

      Elimina
  4. L'Italia è il paese delle meraviglie! Ovonque vai e ti giri vedi l'arte espressa in tutte le sue forme, non esiste paese al mondo ricco d'arte come la nostra Italia.
    Che dire dell'arte? E' l'espressione più pura e concreta dell'essere umano; sotto questa generica parola si raggruppano parecchie discipline : pittura, scultura, architettura, musica, tra le arti maggiori, poi vi sono le arti minori e quelle povere, non meno importanti e molto significative. L'arte deve trasmettere sensazioni, emozioni, bellezza.
    Cosa dire dell'arte moderna o contemporane;, non vi è alcun dubbio che vi siano artisti capaci di creare opere di un certo livello come : Fontana, Burri, Morandi e molti altri. Quella contemporanea non è un'arte di facile comprensione, direi che si tratta di arte molto soggettiva, anche questa è necessaria in quanto da essa traggono spunto altre scuole e altre correnti come è sempre avvenuto : dal barocco è nato il neoclassicismo, da quest'ultimo il regency, il revival, l'eclettismo, il liberty e il decò.
    Tu fai riferimento alle aste televisive che sono una grandissima bufala, divulgano immondizia. Nemmeno per me ha senso ingoiare banconote per poi restituirle in altro modo o incidere sulla propria pelle una stella a cinque punte. Non ne capisco il senso e l'utilità, per me si tratta di decadentismo allo stato puro. Qui non esistono bellezza, sensazioni, emozioni. Eppure c'è chi impazzisce e fa follie per tutto questo. Poveri Leonardo, Giotto, Raffaello, Tiziano ecc. che hanno speso un'intera vita per trasmettere qualcosa alla posterità rovinando la propria esistenza e facendo grandi sacrifici. Bisogna sempre toccare il fondo per poter risalire...
    RobRoy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso che tu abbia espresso bene qual'è anche il mio pensiero e il significato che IO do alla parola Arte... sono d'accordo con te fino a prima di Fontana, Burri, ecc...perchè sinceramente non riesco (è un mio limite) ad intravedere quali saranno le correnti su opere che troverenno un significato forse tra 50 anni da extraterrestri. Sono esagerata lo so, ma non riesco a trovare il signficato di un'opera come quella di Burri, preferisco di gran lunga Teomondo Scrofalo!
      Non esiste una risposta univoca o un metodo infallibile per stabilire cosa è «arte».

      Io non faccio riferimento alle reti che trasmettono aste di qualsiasi oggetto, so benissimo che vendono fuffa, quello di cui parlo è proprio chiamato Canale Arte, e parla davvero solo di arte, in tutte le sue espressioni anche di quella che tu chiami "decadentismo"

      Questa è un'espressione dello Sgarbi che più mi piace e cioè quello del proffessore:


      Sgarbi mostra una profonda insofferenza nei confronti degli indipendent curator di oggi: aggiornati, privi di autorevolezza culturale, indifferenti al dialogo con l'opera, passivi nell'adattarsi a teorie generiche, disinvolti nell'assecondare le richieste del mercato, nel difendere una casta di privilegiati, nel farsi ammaliare dalle ultime trovate, nel rifiutare valori come piacevolezza e godimento.

      Ecco per me le parole chiave sono: Arte= piacevolezza e godimento!

      Grazie, un sorriso...

      Elimina
  5. Se l'arte è qualcosa mirato a suscitare emozioni allora purtroppo anche questa è un tipo di arte. Non deve per forza essere bella l'arte, anche l'orrido crea interesse. A me comunque non piace e la chiamo "STRANO PER ESSERE STRANO". Ma tu non ti devi preoccupare...non c'è nulla da capire di estremamente nascosto, è tutta lì!

    Per me poi l'arte è quando l'opera è il risultato visivo del genio e del volere dell'artista che gli da vita con la sua tecnica, creando qualcosa di unico (non mi basta il taglio in una tela come dice Piccirì). Qui invece si va sempre più a voler rappresentare un significato il più velocemente possibile cercando di fare qualcosa di unico...viene meno quindi il piacere visivo e nascono le idee più disperate.

    C'era un artista che imballava e impacchettava tutto, partendo dalla macchina da cucire...finendo con il Reichstag di berlino! Un'altro che riempiva un autostrada con ombrelloni gialli. Questi saranno visivamente più scenici e impegnativi da realizzare...ma sono o no arte? Va a finire che se piace a tanti allora ne faranno parte...altrimenti no.

    Di certo è difficile che nascano capolavori con questo tipo d'arte, tra 50, 100, 200 anni non si ricorderanno "dell'uomo che cagò 500 euro" ma saranno ben impressi i maestri citati da Piccirì prima.

    Facciamo che non impariamo quest' "arte" e la mettiamo subito da parte và!

    Mr.Joe!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...hai ragione mr. Joe, come sono soliti dire "parlatene male purchè ne parliate". sono d'accordo con te, non c'è niente da capire, nessun significato illuminante, nè nascosto, è tutto lì!

      Ricordo quando, tanti anni fa, forse non c'era ancora piccirì, andai a visitare a Venezia La Scuola Grande di S. Rocco, vedemmo un'Opera grande, buia, e sinceramente poco comprensibile. Un nostro amico (abitante di Venezia, amante della sua città anche se non aveva niente a che fare con l'arte) ci fece vedere l'Opera da un'altra angolazione, dove questa riceveva tutta la luce che entrava da un enorme finestrone...beh, la maestosità del dipinto rivelò tutto il suo splendore tanto da rimanerne a bocca aperta.

      sì, dici bene, impariamo anche quest'arte e mettiamola da parte, rimangano impressi i ricordi come quello sopracitato o quello del museo d'Orsay!

      Grazie, un bacio...

      Elimina
  6. bellissimo quadro dell'arte, strambo veramente!!
    Ma siamo diventati tutti matti??? Gabby, forse.mettiamo tra parentisi (forse) siamo anormali noi??? Spero proprio di no!!

    Se ti và di passare un pomeriggio prova a sintonizzarti anche su VEROCAPRI TV DIGITALE, magari meno istruttivo ma piu' rilassante e poi magari e dico magari mi vedi visto che ci vado!!! Kiss kiss!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...guada nannarè, sono rimasta incollata alla tv per vedere dove arriva la malattia della gente chiamata "artisti"...sarò anormale anch'io come te.

      Hai capito la nostra Svip...anche sul digitale mi va...guarderò tranquilla, ma tu...fammi ciao con la manina nèèèèèè?! :)))
      un abbraccio...

      Elimina
  7. arte tagliarsi con una lametta? per carità...
    ciao, cara, buon fine settimana
    e preferisco essere ignorante in materia!

    RispondiElimina
  8. Io sono senza parole...sarò antica..o non intelligente a non capire, ma sto bene così. :-)
    Ciao cara un sorriso e buona settimana
    Magda

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...ecco appunto, preferisco rimanere nella mia ignoranza!
      Buona settimana a te Cinzia...

      Elimina
  9. orsetto_bianco21 gennaio 2013 12:13

    Io non ho cultura... quel poco che so è tecnico e non so cimentarmi in disquisizioni artistiche
    Ho comunque una mia sensibilità che mi consente di riconoscere la bellezza in alcuni casi l'arte mi sa anche emozionare
    Tutto questo mi è sufficiente
    Certo anch'io resto allibito di fronte ad alcune opere considerate di valore artistico, ma non mi sforzo di comprendere ricordo i critici delle teste di Modigliani.... e mi è sufficiente
    Un bacione

    RispondiElimina

Grazie per la visita, a presto...