venerdì 31 maggio 2013

- Professione: Casalinga....

 
 


Tra tutte le idee in circolazione, la più sciocca è che la vita domestica sia noiosa. In casa, si dice, tutto è monotonia e routine, mentre fuori ci sono avventura e varietà. Ma in realtà la casa è l’unico luogo dove siamo liberi, il solo al mondo in cui possiamo cambiare le cose senza preavviso. La casa non è l’unico posto noioso in un mondo di avventure, è l’unico posto libero in un mondo di impegni inderogabili e regole prestabilite!
G.K. Chesterton

...sapevatelo. Buon Uicchend...


 

 
 
 
 

21 commenti:

  1. Hai fatto questo tipo di post perchè ti è stato chiesto se lavori?
    Certo fare la casalinga è un lavoro come un altro, la differenza è che non è retribuito, si tratta di un lavoro non riconosciuto e pesante come molti altri. Tenere in ordine una casa non è cosa facile, poi c'è da lavare, stirare, fare la spesa, accudire i bambinise ci sono, accompagnarli a scuola e andare a prenderli e tanti altri lavori ancora.
    Brava la Gabby casalinga.
    RobRoy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...no RobRoy, ho fatto questo post per convinzione. Mmmhhhh non c'ho pensato, dovrei farmi pagare, con il fatto che mi piaccia non ho mai considerato la cosa...buona idea :))

      Elimina
  2. condivido in piano!
    io sono casalinga a tempo pieno, in casa sto benissimo e non mi annoio proprio..
    è bello prendersi cura della famiglia anche se, devo essere sincera, sono una casalinga "forzata" prima ho sempre lavorato e un pò mi manca.
    Ciao, un bacione e buon w.e.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...vedi Giglio? Qualcuno capisce,i miei figli pensano che io mi senta sola o che mi annoi...ma quando mai?!

      Buon W.E anche a te...bacio!

      Elimina
  3. Non sono casalinga, lavoro in un ufficio dove trascorro la gran parte della giornata..devo dire che quando mi reco a casa la sera mi sento veramente libera..ma quando sono in ferie e ci trascorro più di tre giorni consecutivi diventa una gabbia..ehm..sono un pò complicata :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non penso si possa essere complicate per così poco, ne sento parecchie, è una questione di abitudini...può diventare una gabbia se una non ha la voglia, il piacere di starci, è semplicemente una questione di carattere.

      Grazie e benvenuta, vedo che arrivi da un'altra piattaforma, mi fa piacere...
      a presto...:))

      Elimina
  4. In parte può essere vero,ma la casa è un luogo circoscritto, privato e quasi sempre uguale, puoi decidere ma non confrontarti e il sale della nostra esistenza sono il confronto,l'imprevisto e le novità.
    Buon week and,fulvio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...può darsi, ma io penso che la vera libertà sia avere la fortuna di poter scegliere, e io questa fortuna l'ho avuta, ho deciso di fare la casalinga, di prendermi cura di chi mi ama creando per loro un porto sicuro ma anche ogni giorno diverso. La casa è un luogo circoscritto è vero, ma non è detto che sia sempre uguale, la fantasia è il sale della vita e poi, la casalinga è anche autorizzata ad uscire se vuole e a confrontarsi con molte persone.

      Buon fine settimana anche a te Fulvio e grazie!

      Elimina
    2. ...dimenticavo, dici che la casa è quasi sempre uguale, forse, ma non è mai finita. Un vecchio saggio dice: quando l'uomo ha finito di costruire la sua casa è pronto per morire. ;))

      Elimina
  5. Innanzitutto COMPLIMENTI per la canzone che hai scelto per accompagnare la lettura dei tuoi post!
    Veniamo al post..
    Le regole che ci impongono all'università, a lavoro, nella vita vengono meno quando siamo nella NOSTRA casa, dove ci sentiamo completamente liberi. D'altronde, se io non uscissi mai di casa, mi sentirei come in prigione.
    Occorre trovare il giusto compromesso :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie Manuela, ci tengo molto che la musica sia la giusta "sigla" per un post...e questa parla di casa, di persone ecc..."la mia è casa è dove ci sei tu" beh direi che meglio di così!!

      La casa è il posto dove preferisco stare di più in assoluto, sarà una questione di insicurezza e la casa mi sembra la giusta protezione, non so...ma io non mi sento in prigione, anche perché ( e mi vien da scrivere "purtroppo") devo uscire comunque... :))

      il giusto compromesso è la soluzione di tutto.

      Elimina
    2. esattamente!!!
      Comunque mi piace troppo tornare sul tuo blog.. e sentire questa bellissima canzone mentre leggo il tuo post. Sta diventando una droga!!! :D

      Elimina
  6. Sto bene in casa, mi pesano un pò i lavori domestici, ma...non so se riuscirei ad affrontare i ritmi e il confronto continuo con il "fuori"...
    come dici tu, purtroppo qualche volta devo uscire! e vabbè...♥

    sereno fine settimana
    lella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...a chi lo dici, dopo 34 anni di lavori domestici ne ho fin sopra i capelli, una volta ero un po' maniaca...ora no.

      Casa dolce casa, meno male che qualcuno condivide...
      Buona settimana a te Lella...

      Elimina
  7. ..la casa è il posto più avventuroso, personale e intimo che si possa trovare!
    Non solo è tela bianca su cui scrivere e dipingere, ma è anche un luogo per sperimentare, esplorare, riflettere e cambiare tutto, senza in fondo cambiare troppo..

    e tu lo sai bene..mai ho pensato che il ruolo della casalinga fosse noioso, anzi!
    se in più, poi, la casalinga è madre e moglie..la vita diventa tutt'altro che monotona..nè?!?! :)

    E' un mestiere e ruolo sottovalutato, purtroppamente!!

    Ti bacio ora con adrenalina in corpo e poi schizzo via..a godermi un grandissimo concerto..hihihihi

    BORN TO RUN!
    Piccirì

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...eh sì, purtroppamente sì è sottovalutato eccome... dai figli in special modo ;P

      Strano leggere da te queste parole, non ti si addicono molto, dove l'hai copiate? prrrrrrrrrr

      sese, vai vai, ci sono già migliaia persone fuori dallo stadio...poveretti!

      bacio bacio e...occhio!

      Elimina
  8. orsetto_bianco4 giugno 2013 20:35

    Che società strana, accudire una casa ma soprattutto crescere dei figli educarli è un lavoro estremamente difficile un lavoro che dovrebbe essere rivalutato.
    Consentimi una critica alle donne quando dicevano che volevano realizzarsi in un lavoro esterno quasi che fare la casalinga fosse un lavoro di serie B
    Sono orgoglioso di avere avuto questo pensiero da sempre anche quando passavo per maschilista nell'affermare la mia idea....
    Una critica anche alla società che dovrebbe attraverso uno sgravio sulle imposte dello stipendio del compagno/marito retribuire la donna che sceglie di crescere i figli
    Sarebbero soldi ben spesi la famiglia i figli sarebbero più sani...
    Un bacione

    RispondiElimina
  9. Eh...io tendo a stere sempre in giro perchè abitando da solo dopo poco mi annoio. Però il fatto di stare sempre fuori rende ancora piu bello quando riesco a stare a casa tranquillo. Il problema è che i miei vicini non apprezzerebbero molto avermi sempre a casa...

    Mr Joe!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ola Dè...come mai col tuo nome di battesimo?

      non credo proprio che tu sia un cattivo vicino di casa...anzi.
      Pensa che bello scambiarsi ricette e leccornie...ah proposito dì alla tua amica che ti faccia arrivare la composta di peperoncini...

      Grazie e a presto...

      Elimina
    2. ecchennesò il sito mi ha fatto iscrivere e ora mi pubblica cosi...ma mi sono gia disiscritto...

      la mia amica non mi ha ancora detto nulla dei peperoncini,,,non le dico niente cosi vediamo quanto tempo mi fa aspettare...;)

      Mr Joe

      Elimina

Grazie per la visita, a presto...