venerdì 12 luglio 2013

- Cumbra cumbra...

 


Ha-sciugamani, ciabatti, mutandi, fidri, castumi, calzini, ombrello che domani piovi...è bello bellissimo... è sopranominato così perchè è il suo biglietto da visita prima di iniziare la litania nel suo italiano riveduto e corretto, in realtà si chiama Mustafà, 48 anni, 5 figli in Marocco 1 a Genova per studiare e, ultimamente, pare si sia comprato anche un appartamento a Genova...passa 4 -5 volte al giorno ma non si ferma più perchè ormai è conosciuto e chi ha bisogno lo chiama, per mutandi, fidri castumi ecc...

Eva, una new entry, giovane senegalese, 23 anni ora, bellissima, inizialmente ingenua e sorridente. E' qualche anno che gira per la spiaggia con la sua boutique in enormi sacchetti azzurri, carica di abitini alla moda, made in China ovviamente. Era così bella che tutti le consigliavano di iscriversi in qualche agenzia per modelle, ma la sua risposta era "non posso sono musulmana". Dopo 2 anni, si è sposata (magari era stata già promessa), ha un bambino di 2 anni e, ora si è imbruttita, intristita, avvilita e instronzita, sì, perchè se non compri ti toglie il saluto e ti guarda con sufficienza proprio come in boutique...


Mami, la mamma di Eva, anche lei con un enorme carico di prendisoli camicie e altre novità che si carica anche in testa sfilando su dune, sassi, scogli ecc..senegalese ed è bella perchè indossa sempre abiti della sua terra confezionati da lei...sempre paziente ma ormai furba come una faina...



Pape, detto Papi, giovane ragazzo senegalese, vende abbigliamento di marca Fred Perri, Moncler, Gucci, Barbèri, Iv San Loran ecc... da uomo, ovviamente originale napoletano, è sempre sorridente ed essendo molto discreto, è facile che attiri la simpatia dei passanti e di chi abitualmente, frequenta gli stessi bagni da anni come me...

Aron, il più figlio di ndrocchia, furbo e affarista, vende borse firmate: Luì Vitton, Scianel, Selin, Ermès, anche queste originali napoletane, ma è talmente bravo che cerca di convincere che invece sono originali davvero e quindi i prezzi sono alti. Vende certo, ma bisogna offrirgli meno della metà del prezzo richiesto, qualche volta la spunti altre no, ma ormai anche lui è stato sgamato e quindi nisba...

Ecco, si passa così il tempo alla spiaggia, è un continuo "no grazie" e, a parte quelli che ormai si conoscono da circa 20anni, tutti e dico tutti i vu cumprà di ogni razza, ti vengono sotto al naso con le loro mercanzie, alle quali dici "no grazie" alcuni capiscono e vanno, altri non desistono fino allo sfinimento, frega niente a loro se magari stai dormendo o se leggi, così il "NO GRAZIE" diventa sgarbato...




In 10 minuti ne sono stati contati 22... ora...vogliamo parlarne? Meglio di no, si tratterebbe di razzismo anche se non lo è, poi  però penso " ma per venire a fare questa vitaccia sotto il sole cocente tutto il giorno, magari a digiuno e senza bere perché osservano il Ramadan, come stavano al loro paese?" forse molto peggio...forse...


Buone vacanze e mi raccomando...cumpra!






11 commenti:

  1. Ahahahah..i soliti personaggi del mare!
    Non cambiano mai..anzi, alcuni cambiano in base alla confidenza che gli dai, altri sono diventati presenze fisse e ben accette..

    Non voglio entrare nelle dinamiche del perchè, come e cosa, troppo rischioso..di certo posso dire che molti di loro, come accade con "IL TIPO DELLE ROSE" nele zone popolate di milano, sono laureati e con famiglia, ma per vivere e mandare soldi devono fare questo "lavoro"..
    del resto, molti di loro chiedono e se ne vanno, altri insistono e si pigliano rispostacce, ahimè..

    Nostalgia di mare!! :(

    un bacio alla salsedine
    Piccirì

    p.s. per quanto riguarda Aron, ti sei scordata un particolare, non da poco ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...eh sì Piccirì, è ora che tu faci a un po' di mare...

      Aron?? beh che dire? notevole mi sembra che renda abbastanza ;))

      bacio afoso...

      Elimina
  2. Cara Gabby nei paesi in cui le persone sono razziste questi personaggi non vanno a vendere sulle spiaggie perchè sanno benissimo che gli darebbero il foglio di via in men che non si dica. L'Italia invece è il Paese in cui le persone sopportano tutto e tutti, ecco perchè ci sono i lavavetri, i venditori ambulanti sulle spiaggie e non, i suonatori nel metrò, i venditori di libricini strappalacrime ecc. ecc.
    Ci sono anche quelli che se non gli dai nemmeno una monetina (minimo 1 €) ti mandano a quel paese nella loro lingua, senza che tu te ne accorga.
    Evviva la democrazia!
    Chissà se un italiano si comportasse allo stesso modo in uno dei loro Paesi cosa potrebbe accadergli.
    RobRoy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...è vero caro RobRoy, ma aldilà di questi che almeno cercano di fare qualcosa, insomma di guadagnarsi almeno il pane, hanno dignità, cercano di lavorare ma quelli che elemosinano tipo gli zingari...ecco quelli sì che gli darei il foglio di via immediatamente....e non credo che questo sia razzismo.

      ti assicuro che mio padre che è stato un emigrante in Germania negli anni '60, diceva sempre che era un grande popolo, ma non si poteva sgarrare altrimenti...a casa!

      Un sorriso, a presto...

      Elimina
  3. Sempre bellissimi post carissima!
    E' vero cio' che scrivi, ma a volte rompono i cojotes, anzi spesso!! Un kiss

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...a volte spesso altro che!

      Grazie nannarè, ancora a Milano??

      Kissone...

      Elimina
  4. me lo chiedo anch'io in che modo vivono nel loro paese ma fino a quando sono al mare e lavorano può andare anche bene (anche se a volte stressano). il problema è quando fanno cose peggiori e viene tutto "perdonato". Andrà sempre peggio :(( ciao Andrea

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...già, a volte la nostra giustizia è molto tollerante nei confronti di chi delinque, se poi è anche straniero, beh ha un occhio di riguardo...chissà perché!!

      Già, andrà sempre peggio, lo penso anch'io :))

      Grazie, a presto...

      Elimina
  5. I "vu cumprà"sono fastidiosissimi,ma non ci resta che sopportarli.
    Felice settimana,fulvio

    RispondiElimina
  6. orsetto_bianco29 luglio 2013 17:31

    Il razzista è chi con un falso buonismo da false speranze a questi disperati....
    Io sono reduce da un viaggio in un paese del terzo mondo e come sempre mi sono reso conto di quanta povertà c'è in queste nazioni ma non è facendo venire tutti qui che risolveremo i loro problemi anzi.... li sradichiamo dalla loro terra dalla loro cultura dove almeno hanno la dignità che qui perdono
    Ci vuole buon senso e non buonismo bisogna dire loro che qui entrare clandestinamente è reato e per questo verranno perseguiti, come lo è entrando nelle loro nazioni clandestinamente (provate a farlo.... e poi vi accorgerete)
    Quando un nostro ministro dice che bisogna togliere in Italia come reato l'ingresso clandestino la inviterei ad entrare clandestina in qualsiasi altra nazione non solo ricca ma soprattutto del terzo mondo....
    Finchè avremo di queste idee faremo loro solo del male... ma già chi parla così è razzista ed allora proseguiamo così
    Un bacione

    RispondiElimina
  7. Mi piace la tua versione estiva del blog :D
    Comunque mi sa che rubo l'idea del cartello nella prima foto. A mare non ce la posso fà! :p

    RispondiElimina

Grazie per la visita, a presto...